laladradilibri83@gmail.com
Piccole Donne

Piccole Donne

Piccole Donne è un indimenticabile romanzo familiare. Considerato solitamente un classico della letteratura per l’infanzia (è stato anche il primo libro letto da me all’età di 8 anni), Piccole Donne è in realtà un romanzo amato ed apprezzato ad ogni età.

Piccole Donne è una saga familiare incentrata sulle vicende delle quattro sorelle March: Meg, Jo, Beth ed Amy. Le quattro ragazze hanno tutte un carattere e attitudini differenti l’una dall’altra ed è inevitabile per la lettrice rispecchiarsi in una di loro: Meg è matura e materna e ama passeggiare per i negozi, Jo è ribelle e irrequieta e cerca di diventare scrittrice, Beth è timida e altruista e ama suonare il pianoforte, Amy è vanitosa e viziata ed è brava a disegnare.

“Natale non sarà Natale senza regali”, borbottò Jo, stesa sul tappeto.
“Che cosa tremenda esser poveri!”, sospirò Meg, lanciando un’occhiata al suo vecchio vestito.
“Non è giusto, secondo me, che certe ragazze abbiano un sacco di belle cose e altre nulla”, aggiunse la piccola Amy, tirando su col naso con aria offesa.
“Abbiamo papà e mamma, e abbiamo noi stesse”, disse Beth, col tono di chi s’accontenta, dal suo cantuccio.
I quattro giovani visi, illuminati dalla vampa del caminetto, s’accesero alle consolanti parole, ma tornarono a oscurarsi quando Jo aggiunse tristemente: “Papà non l’abbiamo e non l’avremo per un bel pezzo”. Non disse “forse mai più”, ma ognuna, in cuor suo, lo pensò, andando con la mente al padre lontano sui campi di battaglia.”

(tratto da Piccole Donne)

Piccole Donne è un romanzo autobiografico, che narra le vicende familiari della stessa autrice del romanzo, che si identifica ovviamente con Jo. Cresciuta in una famiglia economicamente disagiata, l’autrice si dedicò alla letteratura soprattutto come strumento di sussistenza.

La potenza di Piccole Donne non sta tanto nella trama, alquanto semplice, ma nella caratterizzazione dei personaggi, che nonostante la giovane età, rappresentano diversi tipi umani con i loro sogni e le loro aspirazioni. Quello che domina nel romanzo è la solidarietà femminile: le sorelle sono tutte diverse l’una dall’altra e incomprensioni e battibecchi sono all’ordine del giorno, ma sono sempre pronte ad aiutarsi e sostenersi l’una con l’altra. Ma Piccole Donne è anche un romanzo sulla tenacia, sulla capacità di credere in se stessi sempre ed inseguire i propri sogni, infatti le ragazze vengono costantemente incoraggiate a coltivare i propri talenti e le proprie passioni.

Piccole Donne non esaurisce la vicenda della famiglia, che viene raccontata dall’autrice in altri tre romanzi, forse meno noti del primo. Assolutamente da leggere è anche Piccole Donne Crescono, in cui le quattro ragazze, ormai superata l’infanzia, intraprendono ognuna la propria strada nel mondo. Le altre due opere del ciclo sono Piccoli Uomini e I ragazzi di Jo.

Di Piccole Donne sono state realizzate anche diverse trasposizioni cinematografiche, una più bella dell’altra. La scrittrice cilena Marcela Serrano ne ha anche scritto un remake, Arrivederci, Piccole Donne, ambientato nel Cile contemporaneo, in cui le quattro protagoniste sono cugine, anzichè sorelle.

Il romanzo ha molto da insegnare sia ai bambini che agli adulti. Tu cosa ne pensi?

Vota questo romanzo
La Ladra di Libri Piccole Donne
Users rating: (1 votes)

Related Posts

Leave a Reply

1 + 4 =


Pin It on Pinterest

Condividi questo post

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici.