laladradilibri83@gmail.com
Viola

Viola

Non ho mai capito perchè tutte le storie di sadomasochismo vedono quasi sempre l’uomo come sadico e la donna come masochista. A parte Venere in Pelliccia, indiscusso capostipite del genere, non sono mai riuscita a trovare sugli scaffali delle librerie un romanzo in cui il ruolo della “stronza” spettasse alla donna. Anche la letteratura erotica tende in generale ad essere sessista e a reputare la donna un essere incapace di prendersi responsabilità e destinato a lasciarsi guidare da un uomo. La cosa triste è che questo avviene persino quando questo tipo di letteratura è scritta dalle stesse donne.

Sono però riuscita a scovare su Amazon un romanzo dove la situazione è decisamente ribaltata: Viola di Alice Vezzani, un’autrice italiana di romanzi rosa che con questo romanzo ha decisamente fatto centro. Pur essendo in sostanza una storia d’amore, non è uno smielato romanzo rosa, ma un romanzo che, per intenderci, anche i maschietti sarebbero felici di leggere.

Viola è una donna in carriera di 27 anni, orfana di entrambi i genitori. Ha dovuto presto imparare a cavarsela da sola nel mondo e questo l’ha resa molto forte ed intelligente, ma anche severa e distaccata verso il prossimo. Viola sessualmente è una dominatrice, che concepisce il sesso come un modo per soddisfare i suoi istinti e non permette a nessuno di avvicinarsi al suo cuore. Ma la sua vita cambia quando conosce il ventenne Kevin, il suo vicino di casa che si invaghisce di lei e che, pur di starle vicino, si offre di diventare suo schiavo.

Questo romanzo mi piace perchè ribalta parecchi stereotipi. Innanzitutto, come ho già detto, qui la dominatrice è una donna. Non la solita protagonista senza personalità, ma una donna forte e determinata. Ha anche lei le sue debolezze (d’altronde il suo sadismo sessuale è legato al trauma della perdita dei genitori quando era bambina), ma ha carattere e non è una delle solite insulse eroine (per modo di dire) perse dietro al solito bello di turno. In secondo luogo Viola non è bella (nemmeno brutta, ma non viene certamente descritta come una bellezza angelica) ed è più vecchia di Kevin di sette anni. In una società fatta sempre più di veline, giovani e bellissime, l’autrice ci descrive una donna normale, che ha gli occhi cerchiati dalle occhiaie e che è inesorabilmente vittima del tempo che passa. Cose che non impediscono a Kevin, molto più giovane di lei, di trovarla affascinante, di innamorarsi di lei e di ronzarle intorno per anni cercando di convincerla a capitolare.

Ma se la donna viene apprezzata nonostante sia più grande, l’uomo esce dalla penna della Vezzani altrettanto esaltato perchè Kevin, nonostante la giovane età, dimostra una maturità e atteggiamenti adulti. E’ un uomo che non ha paura dei suoi sentimenti ed è disposto a lottare fino in fondo per quello che vuole. La forte corazza che Viola si è costruita infatti non si riesce molto facilmente a scalfirla, ma la determinazione di Kevin la farà infine cadere.

Viola è una storia d’amore non convenzionale. Un romanzo ben scritto e piuttosto avvincente, in cui anche la sfera erotica viene descritta con grande maestria, senza scadere mai nel volgare.

Conosci altri romanzi erotici validi? Fammelo sapere con un commento.

Vota questo romanzo
La Ladra di Libri Viola
Users rating: (1 votes)

Related Posts

Leave a Reply

6 + 3 =


Pin It on Pinterest

Condividi questo post

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici.