laladradilibri83@gmail.com
Via col Vento

Via col Vento

Un romanzo epico (anche nelle dimensioni): Via col Vento di Margareth Mitchell. Via col Vento è una storia di vita, di guerra, di coraggio e, solo in ultimo, anche d’amore. Via col Vento infatti è circondato da un alone di pregiudizio in quanto, complice anche il film, sembra essere una storia romantica. In realtà è un libro fantastico, adatto per tutti, molto ricco e carico di sfumature. Le storie d’amore presenti nel romanzo sono naturali eventi della vita e non costituiscono affatto il fulcro della vicenda.

Sfondo della storia è la guerra civile americana, che vede il sud sconfitto, insieme alla sua tradizione legata allo schiavismo. Quello che vediamo descritto è un mondo obsoleto, prossimo alla sua disgregazione. Quella che ci viene raccontata è la difficoltà di adattamento dei protagonisti di questo mondo a questo cambiamento epocale.

Via col Vento è un romanzo di formazione, in cui fondamentale è l’analisi psicologica dei personaggi e la loro evoluzione nel corso della storia. La trasformazione più grande è quella della protagonista, l’indimenticabile Scarlett O’Hara (italianizzata Rossella, il che a mio avviso è un grande scempio), che si trasforma da ragazza capricciosa e viziata, a donna forte, coraggiosa, determinata e ambiziosa. Rossella è un personaggio straordinario. Gli eventi terribili della sua vita la mettono a dura prova, ma lei manifesta un coraggio e una forza straordinaria, riuscendo sempre a risollevarsi. Terribilmente egoista e concentrata su se stessa, eppure tutti la amano. Tutte le persone che le ruotano intorno si nutrono della sua forza e, anche se lei agisce solo nel suo interesse (e in quello dell’uomo che invano ama, Ashley), finisce sempre con il portare benessere a tutte le persone che le ruotano intorno, incapaci da sole di prendere in mano le redini delle loro vite.

Ci penserò più tardi. Più tardi avrò il coraggio di sopportarlo. Non voglio pensarci adesso. (Rossella O’Hara in Via col Vento)

In contrapposizione a Rossella si pone Melania, sua cognata. I difetti della protagonista sono le virtù di Melania, forte e coraggiosa anche lei, ma in una direzione ben diversa. Melania infatti ha fatto della dedizione al prossimo la sua ragione di vita, cosa che la rende a tratti addirittura irreale.

Le due protagoniste femminili hanno una loro controparte maschile: Ashley, l’uomo sognatore, mosso dall’onore e dal buon senso e Rhett, la simpatica canaglia, schietto, spontaneo, scandaloso, ma che in fondo nasconde un’anima buona e generosa. Rhett è un personaggio che non si può non amare, mentre ho qualche riserva su Ashley, che mi sembra un po’ ambiguo.

‘E la prima volta in vita mia che provo rimorso per quello che ho fatto.
 A voi – le porge il fazzoletto.
 … asciugatevi gli occhi. Se poteste ricominciare da capo fareste lo stesso. Siete come il ladro, cui non dispiace affatto di avere rubato, ma è molto molto afflitto di andare in galera.
(Rossella e Rhett in Via con Vento)

Sono pochi i film che riescono ad equiparare in bellezza il corrispettivo romanzo. Solitamente, quando  si è letto il romanzo, la trasposizione cinematografica risulta deludente. Via col Vento è un’eccezione. Il film è straordinario. Dura 4 ore, ma si fa vedere tutto, senza mai annoiare. La fantastica Vivien Leigh è perfetta nel ruolo di Rossella e Clark Gable in quello di Rhett Butler. Consigliatissimo da vedere. Ecco una scena indimenticabile tratta dal film, perfettamente esplicativa della personalità dei due protagonisti:

Hai letto Via col Vento? Votalo e commentalo.

Vota questo romanzo
La Ladra di Libri Via col Vento
Users rating: (2 votes)

Related Posts

2 Responses to “Via col Vento”

  1. Sono d’accordo con te. Questo è uno dei pochi casi in cui il film e il libro si possono considerare ugualmente belli. Ovviamente gli ho dato 5 stelline.

  2. Non ho particolarmente apprezzato il film, mentre il romanzo mi è piaciuto molto. In particolare apprezzo la modernità del linguaggio e dei personaggi. A differenza del film, nel libro viene molto approfondita la guerra di secessione, cosa che ho apprezzato molto, anche per il grado di veridicità storica con cui è trattato l’argomento.

Leave a Reply

8 + 6 =


Pin It on Pinterest

Condividi questo post

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici.